Nouveautés

carre gris Le fabuleux voyage de Tromblon

carre gris Blanche et la dragonne

carre gris Melvin

carre gris Le roi sans couronne

Traducteur

Bonus

J'aime

Moyenne : 2.4/5 (41 votes)

Recommander à un ami Recommander à un ami


Pour recommander ce texte, merci de compléter ce formulaire.
Tous les champs sont obligatoires









AddInto

Outils

Terribile e Orribile

Terrible et Horrible

In una bella giornata di Agosto il panico si impadronisce ancora una volta del regno dell’Est: Terribile è tornato! La popolazione è terrorizzata. Perché si sa, Terribile è insaziabile: tutto ciò che può inghiottire, Terribile inghiotte; Tutto ciò che può ingurgitare, Terribile ingurgita. Tutto ciò che può divorare, Terribile divora.
Presi dal panico, gli agricoltori provano a nascondere le vacche, i maiali e i polli; niente da fare. Terribile riesce sempre a divorare tutto. Intimoriti i contadini provano a mietere i campi di grano, d’orzo e d’avena; niente da fare. Terribile riesce sempre a masticare tutto!
Animali o vegetali, Terribile ne fa sempre un sol boccone.
Esasperato, il popolo del reame dell’est va a lamentarsi dal re:
- Ne abbiamo abbastanza, non si può andare avanti così, acclama il popolo. Inviate il vostro esercito, fate quello che volete, ma ridateci la pace e la tranquillità!
Irritato dalla collera del suo popolo, il re raduna tutte le sue armate per cacciare il guastafeste dal reame dell’est. Così incontrano Terribile mentre si riposa al centro della valle:
- Terribileeee, urla il re, non si può più andare avanti così. Ogni anno è la stessa cosa, arrivi e devasti tutto il mio regno. Ora ne abbiamo abbastanza! Perché non provi a farti un giro verso il regno del centro e ci lasci in pace!
Davanti al coraggio del re e del suo esercito, Terribile decide di lasciare il reame dell’est per quello del centro.
Ma nel reame del centro Terribile esclama:
- Ma che razza di regno è questo? Ci sono solo sassi, non c’è nessuno da terrorizzare!!

In una bella giornata del mese di Agosto, il panico si impadronisce ancora una volta del reame dell’ovest: Orribile è tornato! La popolazione è spaventata e disgustata. Perché Orribile suscita orrore: tutto ciò che può impaurire, Orribile impaurisce. Tutto ciò che può sconvolgere, Orribile sconvolge. Tutto ciò che può spaventare, Orribile spaventa.
Presi dal panico, gli abitanti provarono a nascondere i cani, i gatti e i pesci rossi: niente da fare! Orribile riusciva sempre a tormentarli. Intimoriti i genitori provavano a nascondere i bambini, le donne e gli anziani: niente da fare. Orribile riusciva sempre a far tremare tutti.
Animali o umani, Orribile li immobilizza dallo spavento!
Esasperato, il popolo del reame dell’ovest va a lamentarsi dal re:
- Ne abbiamo abbastanza, non si può andare avanti così, acclama il popolo. Inviate il vostro esercito, fate quello che volete, ma ridateci la pace e la tranquillità!
Irritato dalla collera del suo popolo, il re raduna tutte le sue armate per cacciare il guastafeste dal reame dell’ovest. Così incontrano Orribile che si sta riposando al centro della valle:
- Orribile, tuona il re, non si può più andare avanti così. Ogni anno è la stessa storia, arrivi e impaurisci tutto il mio regno. Ora ne abbiamo abbastanza! Perché non provi a farti un giro verso il reame del centro e ci lasci in pace!
Davanti al coraggio del re e del suo esercito, Orribile decide di lasciare il reame dell’ovest per quello del centro.
Ma nel reame del centro Orribile esclama:
- Ma che razza di regno è questo? Ci sono solo sassi, non c’è nessuno da impaurire!!

- Tonino, Orazio! Che state combinando ancora? La vicina è preoccupata. Ha telefonato per sapere cos’era tutto quel baccano… Ora il Signor Aziz vuole chiamare i pompieri!
La mamma correva nel giardino come una furia. Che avete fatto? E il gatto? Che ci fa sull’albero di mele? Perché il cane sta rintanato infondo alla cuccia?
Tonino e Orazio, al centro della strada, con gli occhi rivolti verso il basso.
- Non ci credo! Avete giocato ancora una volta a Terribile e Orribile! Ne ho abbastanza delle vostre stupidaggini. Ora rimettete tutto a posto. Dopo tornate in camera vostra e restateci fino a cena!
Minù minù, andiamo, vieni piccolo minù.


Copyright © 2006, © 2013 - La tête dans les mots